Valerio Negrini un giorno si presenta armato di bacchette e giaccone di pelle a casa di Mauro Bertoli. Immediatamente i due si accorgono di conoscersi da sempre e decidono di formare un duo e suonare la musica degli SHadows (gruppo inglese degli anni '60 che influenzò quasi tutti i chitarristi di quell'epoca). Al centro ricreativo comunale sotto l'arco del Meloncello (zona stadio) iniziano le prime prove, si avverte che sta nascendo qualcosa di nuovo, una musica diversa che risente degli ultimi anni '50 con la freschezza dei primi anni '60. Ben presto i due non si bastano e si aggiunge un terzo: Orlando Piccinelli (chitarra ritmica) e in seguito un quarto, Bruno Barraco (basso.) Le prime esperienze il quartetto con nome Jaguars le fa in feste private ma necessitano di una ritmica più efficace, così Bruno dal basso passa alla chitarra ritmica e fa l'ingresso nel gruppo Giancarlo Cantelli detto "Chiarly"....